Attaccamento: rischi e risorse in epoca prenatale

informati circa la programmazione di quest’evento, dai un’occhiata al calendario

Docente ISPPE: Micaela Darsena

Abstract

Vi sono sempre maggiori evidenze di come la qualità dell’attaccamento prenatale, in particolare l’attaccamento materno-fetale, si mantenga nella successiva relazione con il neonato, ed è opinione condivisa tra gli studiosi che una buona relazione madre-neonato e padre-neonato costituisca una condizione di base per la prevenzione dei disagi dello sviluppo psicofisico del bambino.
Sono diversi i fattori che concorrono all’instaurarsi di un buon legame di attaccamento, alcuni protettivi altri di rischio. Risulta quindi molto importante poter cogliere il prima possibile potenziali fattori di rischio che possono rendere difficoltoso l’instaurarsi di una buona relazione tra i genitori e il bambino in un’ottica preventiva e di supporto. E’ altresì importante far emergere le risorse e i fattori protettivi presenti nei genitori e nella famiglia in modo da poter bilanciare eventuali aspetti di difficoltà.
Il prenatal tutor che accompagna la coppia durante la gravidanza può avere in quest’ottica un ruolo di osservatore privilegiato in grado di poter cogliere alcuni segnali di difficoltà personale dei genitori, o di coppia o relativi ad aspetti psicosociali che possono influire negativamente sul benessere dei genitori e della relazione con il bambino nella pancia e anche successivamente. E poter così, ove necessario, indirizzare la coppia o il singolo genitore ad un aiuto più specialistico oppure poter essere, in base alle proprie competenze, egli stesso di aiuto attivando attraverso l’ascolto e la riflessione condivisa le risorse presenti nei genitori o nella famiglia per uscire dall’empasse.

Leggi tutto “Attaccamento: rischi e risorse in epoca prenatale”